Silvia Maccari News domenica, gennaio 13, 2019 Commento: 0 Hit: 42

La sindrome premestruale

La sindrome premestruale è una condizione che riguarda oggi dal 20% al 40% delle donne in età fertile. Incidendo sulla vita di relazione, personale e quotidiana. Che cos'è e come si può combattere la Spm?

La sindrome premestruale si compone di un insieme di sintomi che si presentano nei giorni che precedono le mestruazioni, sparendo con la comparsa del ciclo. La natura di questi sintomi è sia psicologica che fisica: durante questo periodo la donna vive una serie di disagi di varia intensità, che ne condizionano la vita quotidiana, personale e di relazione

Quali sono le cause di questo disturbo?

Le cause del disturbo premestruale non sono ancora del tutto note, anche se si pensa che la Spm sia il risultato di una combinazione di fattori quali:

-Una diminuzione delle sostanze responsabili della sensazione di benessere, come la serotonina

-Un disequilibrio ormonale, in particolare nel rapporto tra estrogeni e progesterone

-Il calo di alcune sostanze, come il magnesio, che provoca cefalee, crampi e gonfiore

-Un deficit vitaminico

Quali sono i sintomi?

I sintomi variano da donna a donna e da ciclo a ciclo. Tuttavia alcuni di questi si presentano con una certa frequenza. Ad esempio:

-Cambiamento dell'umore 

-Irritabilità

-Tendenza alla depressione

-Crisi di pianto

-Difficoltà a concentrarsi

-Cefalea

-Ritenzione idrica: questa a sua volta provoca anche un temporaneo aumento del peso, tensione mammaria e mastodinia

Alcune donne, in particolar modo le più giovani, presentano anche dismenorrea all'inizio del ciclo (crampi alla parte bassa del ventre)

Quante donne ne sono colpite?

La sindrome premestruale colpisce ogni donna in modo diverso. Circa i due terzi di queste hanno sintomi minori o isolati, dal 20% al 40% manifestano una sintomatologia lieve o moderata che non incide in modo significativo sulla loro vita. Ma dal 5% al 15% delle donne presentano invece una sintomatologia grave. Infine circa il 3%-5% soffre di DDPM (disturbo disforico premestruale), la cui sintomatologia è molto simile a quella della depressione.

Cos'è il DDPM?

Il DDPM è disturbo legato al ciclo mestruale che si presenta con sintomi così gravi da incidere fortemente sulla vita di relazione, lavorativa e personale delle donne che ne soffrono. L'umore è marcatamente depresso, sono ricorrenti pensieri suicidi, ansia ed emotività sono accentuate e l'interesse per le attività della vita quotidiana viene meno. Tale disturbo può iniziare in qualsiasi momento dopo il menarca e può peggiorare nella premenopausa, dopo una gravidanza e a seguito di chirurgia pelvica. Sparisce comunque con la scomparsa dei cicli mestruali. 

Quali trattamenti possono essere indicati?

Innanzitutto è bene ricordare che il consiglio del medico è essenziale, sia per la diagnosi dei disturbi (SPM o DDPM che sia), sia per il trattamento. Tuttavia possono tornare utili alcuni rimedi, specialmente per le donne con una sintomatologia lieve. In particolare si consiglia di:

-Evitare alcuni cibi, come cola, caffè, fritti e cibi in scatola

-Preferire frutta, verdura, latte, cibi ricchi di fibre e a basso contenuto di grassi animali

-Dormire un numero adeguato di ore di sonno

-Fare regolarmente attività fisica

Può tornare utile anche l'utilizzo di integratori della vitamina B e del magnesio. In particolare, Farmacia Maccari consiglia di utilizzare PHYTOGARDA MAGNESIO PG, integratore alimenare che contribuisce a ridurre la stanchezza e l'affaticamento e al recupero di magnesio, sostanza che in caso di mancanza, come abbiamo visto è tra le cause della SPM. Lo puoi trovare al seguente link sul nostro sito:

https://www.farmaciamaccari.com/14-integratori

Commenti

Lascia un commento