News domenica, marzo 10, 2019 Commento: 0

Il nemico invisibile: i parassiti

La primavera porta con sè il sole, le farfalle, i fiori e i prati verdi. Ma non solo: tornano anche i parassiti come pulci, zecche, zanzare, pappataci, e chi più ne ha, più ne metta. Piccoli nemici invisibili non solo dei nostri amici pelosi (cani o gatti che siano), ma anche in alcuni dell'uomo. In questi casi, come dice il proverbio, prevenire è meglio che curare

Chi ama la vita all'aria aperta o in generale ha animali domestici in casa lo sa: la primavera è il momento ideale per godersi qualche giornata di sole all'esterno e per trascorrere del tempo di qualità con il proprio pet. Ma attenzione: non dobbiamo dimenticarci dei parassiti. Si tratta di piccoli animaletti fastidiosi, molto difficili da vedere ad occhio nudo, che proliferano durante la stagione primaverile ed estiva (e non solo, purtroppo). Come spesso accade, anche in questo caso la miglior difesa è la prevenzione.

I parassiti: pericolosi anche per l'uomo

Quando un cane o un gatto presentano un'infestazione da parassiti, occorre tener presente che alcuni di questi possono trasmettere malattie molto pericolose anche all'uomo. Ad esempio:

La zecca: vettore della malattia di Lyme che si trasmette attraverso il morso. Negli animali produce sintomi come febbre, malessere generalizzato e dolori articolari. Nell'uomo invece può passare dalla caratteristica lesione cutanea a sintomi neurologici anche gravi. Ma le zecche possono trasmettere la meningoencefalite da zecche, che nella maggior parte è asintomatica, ma può arrivare a causare disturbi del sistema nervoso centrale. 

La pulce: l'infestazione da pulci può trasformarsi in un vettore per virus e batteri, così da infettare anche l'uomo, come nel caso dei batteri del genere Rickettsia, che provocano febbre e tifo, o i batteri del genere Bartonella. Questi ultimi possono essere trasmessi dai graffi del gatto e causare febbre, malessere e dolori articolari.

Inoltre l'uomo può essere afflitto dalle stesse dermatiti che colpiscono cani e gatti. 

 

Pulci,%20zecche%20e%20zanzare%20trasmett

 

Pulci e zecche: una minaccia non più solo dei periodi più caldi dell'anno 

Con il cambiamento climatico che si è registrato in questi ultimi anni si è visto che questi parassiti sopravvivono anche in inverno, sopratutto nelle nostre abitazioni, dove c'è una temperatura costante di 21°C tutto l'anno. Sopratutto per le pulci, è come vivere un'eterna primavera. La prevenzione antiparassitaria sarebbe pertanto necessaria non più solo durante l'estate, ma anche nei mesi più freddi. Anche il trasporto degli animali, per viaggiare o per le adozioni interregionali, può essere pericolosi. Tutti gli spostamenti da e verso ambienti diversi, specie se caldi, impongono protezioni prima e durante il viaggio. Ad esempio per i cani, molto pericolosa è la leishmaniosi, malattia trasmessa dai pappataci che purtroppo sono presenti su tutto il territorio nazionale (Marco Melosi, presidente del'Associane Nazionale Medici Veterinari)

 

Le abitudini da non dimenticare

Per non incorrere in fastidi o disturbi causati da infestazioni parassitarie basta seguire poche e sane abitudini:

1. Controllo del pelo

Per una corretta prevenzione è importantissimo controllare la pelle e il pelo dell'animale tutti i giorni, assicurandosi che sia sano e pulito. Un'ottima idea è di farlo spazzolandolo: se trovate delle zecche si possono rimuovere con l'apposita pinza, anche se una visitina dal veterinario è sempre consigliabile, se non altro per assicurarsi di averle rimosse tutte. Attenzione però: le zecche non devono mai essere soffocate con l'utilizzo di olio o uccise tagliando loro l'addome. Questo perchè, sentendosi morire, rilascia sostanze nel sangue dell'animale.  

2. Pulire la casa

Anche l'ambiente domestico deve essere disinfettato dopo aver ripulito il pet. Dopo aver passato l'aspirapolvere (meglio se di quelli di ultima generazione con filtro pet-friendly), si consiglia di lavare tutti i tessuti (tende, federe dei cuscini, lenzuola, coperte, tappeti, ecc...) Se l'animale vive o frequenta il giardino, anche quest'area dovrà essere curata e pulita, e la cuccia adeguatamente sanificata. 

3. Attenzione alle passeggiate

Quando portate il vostro amico a 4 zampe a passeggiare, correre e giocare, meglio evitare zone boschive o con erba alta e incolta, in quanto facili nascondigli di pulci e zecche. Lo stesso vale per zone aree dove vivono animali selvatici o di allevamento, e le zone paludose o vicine ai corsi d'acqua

4. Prodotti naturali

Oltre ai prodotti specifici per prevenire gli attacchi dei parassiti, è possibile usare alcuni prodotti naturali facilmente reperibili in commercio. Stiamo parlando di aglio, aceto, limone, camomilla, lavanda, tea tree oil, timo, citronella. Anche l'olio di neem è un'ottimo antiparassitario, poiché il suo odore fortissimo tiene lontane le pulci. Adeguatamente miscelati insieme all'acqua, possono essere spruzzati direttamente sul pelo dell'animale per la pulizia quotidiana. Attenzione però ad eventuali allergie del pet, sulle quali solo il veterinario può dare l'ok.

5. Antiparassitari 

Esistono in commercio moltissimi prodotti specifici in una varietà di forme per prevenire pulci, zecche e quant'altro. Non solo spot-on (pipette) o collari, ma anche shampoo, lozioni, polveri e creme. Ancora una volta solo il nostro veterinario ci potrà aiutare a fare la scelta migliore, sopratutto tenendo conto delle esigenze del nostro pet. Ad esempio nei cani molto giovani (sotto i 6 mesi), l'uso del collare antipulci è sconsigliato, perchè il cucciolo potrebbe giocarci e morderlo, provocando così seri fastidi all'apparato digerente.

 

Le%20pulizie%20di%20casa%20sono%20una%20

 

Sul nostro sito trovi un ampio assortimento di prodotti antiparassitari, adatti a cani e gatti di tutte le taglie e per tutti i gusti. Scopriteli cliccando sul link, e ricordate: potete anche scegliere di ordinare e di ritirare l'acquisto direttamente in Farmacia:

https://www.farmaciamaccari.com/31-antiparassiti

Related by Tags

Commenti

Lascia un commento