News lunedì, maggio 13, 2019 Commento: 0

Alluce valgo: prevenire è meglio che curare

L'alluce valgo è una patologia molto comune che colpisce sopratutto le donne, spesso causata da calzature inadeguate o con il tacco. Scopriamo insieme di cosa si tratta e come si può intervenire

L'alluce valgo è una patologia molto diffusa sopratutto tra le donne in età avanzata, ma colpisce anche quelle più giovani. Si manifesta principalmente con lo spostamento della punta dell'alluce verso le altre dita, formando così una sporgenza (chiamata "cipolla" o "patata") che è quella che fa male quando fa attrito contro la scarpa

Alluce valgo asintomatico o sintomatico

In alcuni casi la patologia è assolutamente priva di sintomi. Altre volte invece diventa sintomatica in corrispondenza della protuberanza, che può presentare dolore, arrossamenti e gonfiore. Questi sono dovuti all'infiammazione della borsa che ricopre l'articolazione metatarso-falangea. Tali problematiche si presentano spesso con l'utilizzo di determinate tipologie di scarpe, e cioè:

-Non morbide

-Con il tacco alto

-Strette in punta

I periodi dolorosi sono tipici della stagione invernale, mentre si riducono durante l'estate. Questo perchè durante i mesi freddi si indossano scarpe chiuse. In alcune persone poi il problema riguarda un solo piede, in altre entrambi.

Sindrome della seconda metatarso-falangea

Il quadro clinico dell'alluce valgo è spesso associato ad una sintomatologia delle altre dita. Non è difficile riscontare infatti la c.d. "sindrome della seconda metatarso-falangea", quando cioè il secondo dito del piede si deforma a martello e diventa anch'esso doloroso, perchè la superficie superiore del dito sbatte contro la calzatura.

Alcuni consigli

Per evitare l'insorgenza di questo problema, o comunque per attenuarne i sintomi, è consigliato:

-Utilizzare scarpe comode

-Utilizzare scarpe in pelle

-Non indossare scarpe con il tacco superiore ai 4cm

-Inserire nella calzatura plantari o ortesi in silicone

Il rimedio definitivo

Quelli elencati precedentemente sono solo rimedi che permettono di alleviare sopratutto il dolore che accompagna questo disturbo. Ma il solo rimedio definitivo resta l'invento chirurgico. Bisogna però chiarire alcune cose: prima di intraprendere questa strada è oltremodo necessario consultare il medico specialista, che saprà sicuramente valutare la situazione e decidere se e quando è il caso di operare.

L'operazione infatti non può essere effettuata solo perchè "il piede ha un brutto aspetto". Solitamente l'intervento è consigliato quando ci sono (oltre che il dolore) infezioni recidivanti che possono essere causate dal fatto che la borsite, oltre a manifestarsi con arrossamenti della protuberanza, si complica con una lesione cutanea che può creare una via di accesso per i batteri

In alcuni casi l'intervento di correzione dell'alluce valgo può essere associato ad altre procedure chirurgiche, come la correzione di un dito o più dita a martello e all'arretramento delle teste metatarsali per una metatarsalgia (dolore alla testa dei metatarsi, cioè nella regione plantare alla base delle dita).

Ci sono dei metodi per prevenire l'alluce valgo?

Molte pazienti sono preoccupate del fatto che qualche loro parente ha presentato questa patologia e temono di poterla ereditare. In effetti una componente genetica c'è, ma non esistono metodiche per evitare un peggioramento della problematica laddove essa si sia manifestata. Al massimo si può consigliare di non portare spesso le scarpe con il tacco

Commenti

Lascia un commento